Rolfi: lavoro con Governo per misure straordinarie e sospensione green deal

misure straordinarie aziende agricole
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Assessore: in Commissione Agricoltura Stato – Regioni condivisa linea Lombardia

“La linea del buonsenso in agricoltura è prevalsa. Il parlamentino degli assessori regionali all’Agricoltura ha condiviso la necessità di lavorare a misure straordinarie per sostenere le aziende agricole. Ovvero: nuovo quadro temporaneo per gli aiuti, stop all’obbligo di rotazioni, sostegno alle colture fondamentali come mais, grano, orzo e girasole, stop ai terreni incolti per recuperare ogni ettaro. E ancora, moratoria sui mutui e sospensione del green deal della nuova Pac per garantire ogni possibile risorsa alle aziende senza nuovi obblighi”. Lo ha detto l’assessore di Regione Lombardia all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi, Fabio Rolfi, al termine della commissione Politiche agricole della conferenza Stato – Regioni svoltasi giovedì 10 marzo a Roma.

Analisi condivisa

“Abbiamo condiviso l’analisi. In una situazione drammatica come questa servono concretezza e misure adeguate e straordinarie a una economia sconvolta da pandemie e guerra che condizionano anche le aziende agricole. Bene anche l’impegno del ministro Patuanelli che condivide la necessità di sospensione delle nuove regole Pac e misure straordinarie per sostenere le aziende. Siamo disponibili a lavorare con il Governo per costruire un pacchetto di misure funzionali a riguardo” ha commentato Rolfi.

Incontro con il ministro Cingolani

Durante la mattinata si è svolto anche l’incontro con il ministro alla Transizione ecologica Cingolani durante il quale Rolfi ha posto il tema del caro fertilizzanti che sta contribuendo a strangolare la redditività delle aziende. Proprio per questo l’assessore lombardo ha posto il tema del riconoscimento come fertilizzante del digestato, alternativa green ai fertilizzanti di sintesi.

Aiuto per le aziende

“Si tratta – ha concluso Rolfi – di un riconoscimento che contribuirebbe non poco a togliere dei costi alle aziende. Serve superare la resistenza ideologica degli uffici del ministero alla transizione ecologica. Confido che il ministro di fronte a questa situazione di emergenza si prenda carico del tema”.

gus

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

fondo eccellenze lombardia
"Il Fondo per le eccellenze lanciato  dal Governo è un'ottima soluzione per promuovere e sostenere la storia e la qualità del nostro patrimonio agroalimentare. Rappresenta una grande occasione d ...
fiera cremona 2023
"L'eccellenza raggiunta dall'agricoltura lombarda è certificata da questa fiera che rappresenta il massimo della visione che questo settore ha del lavoro e dell'etica del lavoro. Qui si vede la vo ...
peste suina nel pavese
La Commissione europea ha ufficializzato un allentamento delle restrizioni che interessavano 172 Comuni della provincia di Pavia in seguito ai focolai di PSA-Peste ...
bando frantoi
Aprirà lunedì 6 novembre il bando regionale dedicato all'ammodernamento dei frantoi oleari< ...
prevenzione antincendio boschivo
Regione Lombardia stanzia 1,3 milioni di euro per la redazione dei Piani Locali di Prevenzione antincendio boschivo per il bienno 2023-2024. È quanto previsto da una delibera approvata dalla Giunt ...

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima