Qualità aria, anche il Piemonte adotta la tecnologia lombarda Move-in

piemonte move-in
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

La Giunta della Lombardia ha approvato lo schema di accordo di collaborazione con la Regione Piemonte per la piattaforma telematica Move-in

La Giunta regionale della Lombardia ha approvato su proposta dell’assessore all’Ambiente e Clima lo schema di accordo di collaborazione con la Regione Piemonte per la messa a disposizione della piattaforma telematica Move-in di Regione Lombardia.

Move-in funziona

“In Lombardia l’esperienza di Move-in funziona e rappresenta una valida alternativa ai blocchi delle auto. È un’iniziativa che sta incontrando i bisogni di mobilità dei cittadini – spiega l’assessore all’Ambiente – delle persone più in difficoltà. Che in questo momento, non sono in grado di sostituire l’auto, contribuendo allo stesso tempo a migliorare la qualità dell’aria. Abbiamo voluto mettere a disposizione questa tecnologia alle altre Regioni. Questo accordo con il Piemonte dimostra l’efficacia e la bontà di questo progetto. E la volontà di affrontare insieme e con le stesse tecnologie la lotta all’inquinamento atmosferico”.

Regione Piemonte ha infatti dichiarato di voler attivare il servizio MoVe-In sul proprio territorio e ha avviato le procedure amministrative per l’implementazione del servizio tra cui quelle relative alla sottoscrizione di un accordo con Regione Lombardia che disciplini la messa a disposizione della piattaforma telematica dedicata.

Lombardia antesignana

Regione Lombardia, da sempre attenta a conciliare le esigenze di mobilità dei cittadini lombardi con il controllo delle emissioni inquinanti, per prima in Italia ha avviato lo scorso anno il progetto sperimentale MoVe-In (MOnitoraggio dei VEicoli INquinanti).

Il progetto promuove modalità innovative. Per il controllo delle emissioni degli autoveicoli più inquinanti (attualmente benzina Euro 0 e diesel Euro 0,1,2,3) nelle zone regionali soggette ai blocchi del traffico. Permette infatti il controllo delle emissioni degli autoveicoli attraverso il monitoraggio delle percorrenze. Nonché dell’uso effettivo del veicolo e dello stile di guida adottato, tramite l’installazione sul veicolo di una scatola nera.

La scatola nera

Una scatola nera (black-box), installata sul veicolo, consente di rilevare le percorrenze reali attraverso il collegamento satellitare ad un’infrastruttura tecnologica dedicata.

Lo schema di accordo con Piemonte Move-in

Lo schema di Accordo approvato, e in vigore fino alla fine del 2022, prevede in particolare: la condivisione di un sistema integrato per la gestione della deroga chilometrica dalle limitazioni per i veicoli più inquinanti attraverso la messa a disposizione della piattaforma telematica regionale MoVe-In. Il monitoraggio e la condivisione delle attività svolte da Regione Lombardia e da Regione Piemonte. Regione Piemonte contribuirà ai costi sostenuti da Regione Lombardia per le attività di gestione e di assistenza dei servizi applicativi (messa in produzione ed erogazione del servizio di estensione al territorio piemontese) e di integrazione tecnica.

fsb

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Consigliati per te

"Stiamo dando una risposta concreta e rapida, in perfetto stile lombardo". È il primo commento dell'assessore all'Ambiente e Clima della
Giornata verde pulito 2023
Sono 104 i Comuni lombardi che, nel fine settimana del 20-21 maggio, hanno preso parte all'edizione 2023 della 'Giornata del verde pulito'. Presso l'
ambiente slogan
L'ambiente si difende con atti concreti, non con gli slogan. "La sostenibilità ambientale si ottiene con una azione di sistema, con atti concreti, con interventi legislativi pragmatici. Non con st ...
maione new york
"I giovani lombardi si sono detti disposti a fare la propria parte e a modificare il proprio stile di vita per contrastare i cambiamenti climatici, ma chiedono alle istituzioni nazionali e internaz ...

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima