Lombardia, istituito l’Osservatorio Regionale sulla Condizione Giovanile

Istituito l'Osservatorio Regionale Condizione Giovanile
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Assessore Bolognini: passo importante, aiuterà a dare risposte ai giovani

Via libera da Regione Lombardia alla costituzione dell’Osservatorio Regionale sulla Condizione Giovanile. A darne notizia è l’assessore regionale allo Sviluppo Città Metropolitana, Giovani e Comunicazione Stefano Bolognini, specificando che “è uno degli strumenti innovativi previsti dalla nuova legge regionale per i giovani, approvata pochi mesi fa dal Consiglio Regionale, che permetterà a Regione di rafforzare i legami con il mondo giovanile, migliorando sempre più il dialogo con loro”.

Fotografia nitida per decisioni efficaci

“L’osservatorio – spiega l’assessore Bolognini – ci servirà a migliorare e a rafforzare gli strumenti e le politiche che possano permetterci di combattere efficacemente il disagio giovanile e di aiutare i nostri giovani a essere protagonisti. Stefano Bolognini e l'Osservatorio Regionale sulla Condizione GiovanileCosì, da permettere loro di partecipare attivamente alla vita della società e realizzare i propri percorsi di autonomia, pilastri della Legge regionale per i giovani. Soprattutto oggi, momento storico in cui la pandemia ha cambiato tanti paradigmi. E ha sconvolto molte delle abitudini delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi. Risulta quanto mai necessario avere una ‘fotografia’ nitida e accurata sulla condizione giovanile in Lombardia. Per questo è di fondamentale importanza basare le nostre decisioni su dati e numeri solidi e sempre più accurati. Ed è altrettanto decisivo monitorare costantemente l’impatto delle misure regionali sui giovani e sul loro mondo”.

L’Osservatorio Regionale sulla Condizione Giovanile opererà in sinergia con Polis Lombardia

L’Osservatorio svolgerà le proprie attività direttamente o in sinergia con l’Istituto regionale di ricerca Polis Lombardia. Inoltre, sono previste collaborazioni con Istat, con il Dipartimento per le politiche giovanili e con il servizio civile universale della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Saranno coinvolti, inoltre, i Comuni, le Province e la Città Metropolitana, le loro articolazioni funzionali (uffici di piano, servizi Informagiovani, aziende speciali, consortili, tra gli altri) o in regime di convenzione con le altre istituzioni pubbliche e private nazionali ed europee, impegnati nell’attività di promozione e sostegno dei giovani.

dbc

Ottimizzato per il web da:
Damiano Bolognini-Cobianchi
0
Visualizzazioni di questo articolo

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

politiche giovanili gallarate
Politiche giovanili, incontro a Gallarate tra assessore regionale, amministrazione comunale e associazioni locali Visita istituzionale per l'
online giovani portale regione
Sul sito tutte le informazioni e le opportunità per gli under 35 È online, all'indirizzo www.giovani.regione.lombardia.it, il nuovo< ...
politiche giovanili gallarate
Con bando Giovani Smart finanziate iniziative rivolte a inclusione, socialità e partecipazione Sono 163 i progetti per le politiche giovanili finanziati con 6 milioni di euro
sito giovani Regione Lombardia
Bolognini: sul portale informazioni e opportunità per gli under 35 È online all’indirizzo www.giovani.regione.lombardia.it, il n ...
Sermide Officine Grandi Riparazioni
Assessore Bolognini: avanti con progetto di ampliamento È stato ufficialmente approvato dalla
educazione finanziaria
Accordo tra Regione, Feduf e Ufficio scolastico della Lombardia Bolognini: consapevolizziamo i ragazzi sulle insidie economico-finanziarie Rizzoli: al fianco dei giovani per aiut ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima