Lombardia Notizie / Cultura

Palazzo Moroni di Bergamo, da Regione 450.000 euro per i lavori di restauro

palazzo moroni

“Regione Lombardia mette in campo 450.000 euro per valorizzare Palazzo Moroni finanziando interventi di restauro e adeguamento degli spazi museali. Ad oggi sono stati erogati già 200.000 euro”. Lo ha annunciato l’assessore regionale alla Cultura, Francesca Caruso, a Bergamo durante la conferenza stampa di presentazione dei lavori che interesseranno Palazzo Moroni.

Assessore Caruso: interventi per Palazzo Moroni cofinanziati dal Fai, conclusione prevista nel 2024

L’edificio, di proprietà della Fondazione Museo di Palazzo Moroni, dal 2020 è un bene del Fondo Ambiente Italiano che ha stipulato un accordo di comodato e gestione trentennale, impegnandosi ad effettuare il ripristino, la manutenzione ordinaria e gli interventi per adattare l’immobile all’organizzazione di eventi culturali. Il Fai ha acquisito un’ala del piano terra con lo scopo di realizzare aule didattiche per lo svolgimento delle attività scolastiche e un’ala del mezzanino per creare uno spazio di approfondimento culturale rivolto ai visitatori.

“Palazzo Moroni – ha dichiarato l’assessore Caruso – è una delle residenze nobiliari seicentesche meglio conservate a Bergamo e racchiude una ricca collezione d’arte, oltre a un giardino tardo-rinascimentale e una vasta ortaglia che costituiscono un suggestivo parco storico nel cuore di Città Alta. Come Regione investiamo queste risorse per contribuire, in modo decisivo, alla realizzazione di un museo dotato di tutti i servizi necessari. È nostro impegno potenziare l’attrattività di un luogo che riveste un’importanza culturale strategica per tutta la Lombardia”.

Per eseguire gli interventi di riqualificazione Regione Lombardia e Fai, che garantirà un cofinanziamento di 450.000 euro su un totale di 900.000 euro, hanno stipulato una convenzione.

Palazzo Moroni, gli interventi previsti

“Tra i lavori previsti nel progetto – ha spiegato l’assessore – ci sono la messa a norma degli impianti elettrici al primo piano; il restauro del ‘Cucinone’; l’inserimento di un nuovo ascensore per l’abbattimento delle barriere architettoniche; il consolidamento del solaio della sala dell’Età dell’Oro e il restauro del controsoffitto tessile neoclassico; il ripristino e la conservazione di opere, arredi e tappezzerie delle ultime cinque sale del piano nobile; l’allestimento permanente per la promozione culturale del Palazzo”. I lavori si concluderanno nel 2024.

“Ringrazio il Fai e il presidente Marco Magnifico – ha concluso Caruso – per avere contribuito, anche in termini economici, a promuovere iniziative che valorizzano il prezioso patrimonio culturale lombardo. A tal proposito, stiamo lavorando per inserire Palazzo Moroni tra i musei riconosciuti dalla Regione“.

 

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima