Peste Suina, assessore Agricoltura a cabina regia: bene sforzo dell’Italia

peste suina cabina regia
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

A Roma incontro con i ministri interessati e regioni Emilia-Romagna e Piemonte

L’assessore regionale all’Agricoltura, Sovranità alimentare e Foreste ha partecipato, giovedì 9 maggio mattina a Roma, alla cabina di regia sulla Peste Suina Africana convocata a Palazzo Chigi, alla presenza dei ministri interessati dalla tematica e delle Regioni Lombardia, Emilia-Romagna e Piemonte.

Cabina di regia sulla Peste Suina Africana

“Il lavoro svolto in questi mesi da Governo e Regioni per contrastare la Peste Suina – sottolinea l’assessore – è frutto dell’approccio qualitativo e innovativo dell’Italia a questa problematica. Le azioni dei servizi veterinari, il coinvolgimento di esercito e Protezione civile e gli investimenti per garantire misure di biosicurezza agli allevamenti sono elementi che possono consentire una rivalutazione delle regole da parte dell’Europa. Come peraltro insegna il precedente dell’influenza aviaria”.

Passaggio in Commissione

Per questo, il 23 maggio 2024 sarà quindi portata all’attenzione della Commissione la proposta di considerare in modo differente l’infezione tra i cinghiali e quella negli allevamenti di suini. Ciò relativamente alle eventuali restrizioni e di rivalutare le ‘zonazioni’. Le attuali misure oggi penalizzano in modo eccessivo le attività degli allevamenti e della trasformazione anche a infezione relativamente lontana. E comunque presente solo nei cinghiali.

Collaborazione con concessionari autostradali

Per aumentare il grado di controllo del territorio è inoltre sempre più attiva anche la collaborazione con i concessionari autostradali. Ciò allo scopo di chiudere e mettere in sicurezza i punti vulnerabili della rete. Creando quindi un’ulteriore ed efficace barriera di contenimento degli spostamenti di cinghiali. Che sono, infatti, i principali vettori del virus.

In Lombardia malattia eradicata dal maiale domestico

“La garanzia del buon lavoro fatto – conclude l’assessore – è dimostrata dal grado di protezione e biosicurezza che si è generato in tutto il territorio lombardo. Una realtà dove la malattia è da mesi stata eradicata nel maiale domestico. Adesso serve un cambio di passo anche a livello comunitario”.

Iscriviti ai nostri canali di messaggistica

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

vile attacco confagricoltura milano
“Massima solidarietà al presidente Antonio Boselli e a tutta Confagricol ...
distrutto campo sperimentale riso tea
Il campo sperimentale di riso TEA, ospitato presso l’azienda Cascina Erbatici a Mezz ...
caccia incontro con ispra
L’assessore della Regione Lombardia all’Agricoltura, Sovranità alimentare e Foreste,
nutriscore stop portogallo
L’assessore regionale all’Agricoltura, Sovranità alimentare e Foreste,
Dal latte al mercato, direttamente dai caseifici e dagli stagionatori. A Bergamo la terza edizione di B2Cheese, l’unica fiera internazionale business to business ...
lombardia promozione vino mercati extra ue
Regione Lombardia stanzia 2,5 milioni di euro per la promozione del vino sui mercati esteri extra ...

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima