Rifiuti, bene sequestro impianto e arresti per traffico illecito a Gessate

Rifiuti Gessate
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

De Corato: auspico nuclei tutela ambientale Polizia locale

Cattaneo:  black list soggetti con comportamenti illegali

Da Regione droni e fototrappole per contrastare fenomeno

“Il controllo del territorio è stato fondamentale nelle indagini che hanno portato al sequestro di un impianto di rifiuti a Gessate (Milano). La stessa operazione ha portato anche all’arresto di cinque persone per traffico illecito di rifiuti. Ringrazio per il capillare lavoro – ha sottolineato l’assessore alla Sicurezza della Regione Lombardia Riccardo De Corato – la Guardia di Finanza“.

Rifiuti, sequestrato impianto a Gessate

Questo sequestro arriva dopo quelli avvenuti, sempre nell’ambito della stessa inchiesta, delle discariche abusive di rifiuti a Cassano d’Adda, Pioltello e Liscate tutte nel Milanese.

Contrasto alle ecomafie

“Regione Lombardia – ha ricordato De Corato – è fortemente impegnata nel contrasto alle ecomafie. Anche per questo finanzia tramite bandi per le Polizie locali, dispositivi sempre più nuovi e moderni per la lotta a questi reati.  Tra questi apparecchi ci sono, ad esempio, i droni, i sistemi di videosorveglianza e le fototrappole”.

Prevenzione dei reati

“La prevenzione dei reati così come lo sgominare questo tipo di criminalità – ha ribadito De Corato –  sono tra gli aspetti più  importanti per la sicurezza dei cittadini. Il mio Assessorato, anche pr questo motivo sta promuovendo l’attivazione dei Nuclei di polizia locale ambientale. È  uno strumento organizzativo ed operativo fondamentale per contrastare problematiche come gli sversamenti di rifiuti abusivi e le discariche illegali. Auspico quindi di poter vedere svilupparsi nei vari comuni lombardi, anche in forma associata, queste importanti formazioni”.

“Ringrazio anch’io – ha affermato l’assessore all’Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo – le Forze dell’ordine e la Magistratura. È infatti grazie ai controlli attenti sul territorio che sono riusciti ad individuare un altro caso di traffico illecito di rifiuti. Le indagini dimostrano come nel campo dei reati ambientali ci siano figure che tendono a ripetere in modo seriale comportamenti illegali”.

“Ribadisco – ha aggiunto – sarebbe opportuno poter disporre di una black list di soggetti che hanno tenuto comportamenti illegali. Gli organi competenti per le autorizzazioni amministrative devono infatti poterne tenerne adeguatamente conto”.

ram

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

Italia regioni competenze
“Il Festival che inauguriamo in Lombardia, e che proseguirà il suo viaggio in tutti i territori che noi presidenti abbiamo l’onore di amministrare, contribuirà a rilanciare il
Italia delle Regioni intervento Salvini
"Vorrei che nei prossimi anni il ministero delle Infrastrutture diventasse la casa dei sindaci e dei governatori. Quello che vivevo negativamente dall'altra parte della barricata era il mancato coi ...
autonomia meloni
Il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, intervenendo in videocollegamento durante l'evento '
Calderoli Autonomia
Il ministro Roberto Calderoli  interviene sull'Autonomia e sul rapporto con gli enti locali: "Facendo un primo bilancio, dopo 45 giorni di insediamento del Governo, posso dire di aver incontrato t ...
Italia delle Regioni Fontana con Fedriga
"L'ambiguità normativa può diventare un'emergenza democratica, una istituzione deve sapere con chiarezza come agire per rispettare la legalità. È inaccettabile che un sindaco non abbia la cer ...
Fontana obiezioni Autonomia
”Vorrei capire quali sono le obiezioni all’Autonomia. Sento affermazioni generiche che però non entrano nel ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima