rialncio lombardia rizzoli

L’assessore regionale all’Istruzione, Formazione e Lavoro, Melania Rizzoli, ha partecipato alla Sottocommissione della Commissione regionale per le Politiche del Lavoro e della Formazione dedicata all’illustrazione dei dettagli relativi alla serie di provvedimenti decisi martedì 17 novembre alla Giunta regionale per il ‘Rilancio Lombardia‘.

Sostegno ai cittadini esclusi da aiuti nazionali

“Contiamo di poter aiutare e sostenere tutti quei cittadini – sottolinea l’assessore – che i provvedimenti nazionali avevano infatti lasciato privi di ristori e tutele. In particolare, abbiamo discusso del nuovo intervento collegato a Dote Unica Lavoro“.

40 milioni per gli autonomi senza partita Iva

“Con 40 milioni di euro – spiega – contiamo di poter corrispondere un’indennità di partecipazione a tutti i lavoratori autonomi senza partita Iva privi di qualunque forma di sostegno del reddito. A ogni beneficiario verranno erogati servizi di orientamento e formazione e verrà riconosciuto un indennizzo pari a 1.000 euro”.

Priorità è operatività più celere possibile della misura

“La priorità numero uno – ha commentato l’assessore al Lavoro – è infatti quella di rendere pienamente operativa in tempi rapidi questa misura. E per farlo abbiamo bisogno del contributo di tutti. Occorre definire un percorso fluido. Senza appesantimenti burocratici inutili per i cittadini e che sia al tempo stesso rispettoso delle regole e dei vincoli. A cui restano comunque sottoposte tutte le nostre politiche del lavoro”.

Regione sarà all’altezza delle sfide

“Sono certa – ha concluso l’assessore Rizzoli – che anche questa volta Regione Lombardia si dimostrerà quindi all’altezza delle sfide che la attendono e che sapremo aiutare in maniera adeguata e rapida anche questi cittadini. Di cui l’amministrazione statale si era incredibilmente dimenticata”.

ben