Riduzione consumi e rinnovabili: la transizione energetica in Lombardia

pannelli fotovoltaici
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Assessore Cattaneo: Governo sblocchi i decreti sulle comunità energetiche

La transizione energetica non è più un tema per addetti ai lavori, oggi tocca da vicino la vita e il portafoglio dei cittadini. Di questo e di sviluppo più sostenibile si è parlato oggi, a Palazzo Lombardia, nell’ambito del convegno organizzato da Economy Group, con il supporto di Regione Lombardia e il patrocinio del MiTe, a cui ha partecipato l’assessore all’Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo.

“La transizione energetica ci tocca sempre più da vicino e, se vogliamo evitare la siccità di questi giorni e combattere davvero i cambiamenti climatici, dobbiamo rimboccarci tutti le maniche” ha detto l’assessore Cattaneo.

Energia da fonti rinnovabili per transizione energetica in Lombardia

“Solo il 15% del totale, oggi in Lombardia, è l’energia prodotta dalle fonti rinnovabili. Gli obiettivi di decarbonizzazione sono oggetto del Programma Regionale Energia Ambiente e Clima (PREAC). Esso propone: la riduzione delle emissioni di anidride carbonica del 55%. Oltre alla riduzione del 32% dei consumi di energia. E, contemporaneamente, il raddoppio della quota prodotta da fonti rinnovabili (dal 15% al 30%). Questo sarà possibile soprattutto incrementando significativamente la produzione di energia fotovoltaica. Ciascuno deve fare la propria parte. Ridurre i consumi energetici e produrre energia da fonti rinnovabili”.

“Rivolgo, infine, un appello al Governo – ha precisato l’assessore all’Ambiente – affinché uno degli strumenti più importanti che abbiamo, ossia quello delle comunità energetiche, venga rapidamente sbloccato. Serve per non perdere altro tempo prezioso nell’organizzazione di un sistema di produzione e consumo più razionale, conveniente e sostenibile”.

A sette mesi dall’approvazione della legge sulle comunità energetiche, ossia gruppi di soggetti associati per produrre e condividere energia, creando reti locali di impianti, infatti, manca ancora dei decreti attuativi da parte del Governo e 77 associazioni sono intervenute chiedendo, appunto, l’applicazione della norma ritenuta importante per combattere l’attuale povertà energetica.

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

rifiuti abbandonati lombardia
Approvata dalla Giunta regionale, su proposta dell'assessore regionale all'Ambiente e Clima,
Giornata degli alberi
"La presenza degli alberi nei nostri territori è fondamentale per mitigare le emissioni di gas climalteranti e per svolgere azioni di adattamento ai cambiamenti climatici”. Lo ha detto l ...
variante ferroviaria Cascina Polaresco
Ulteriore passo avanti dell'iter per la realizzazione del raddoppio sulla linea ferroviaria Ponte San Pietro-Bergamo, in particolare della variante in prossimità ...
impianto riciclo plastica Mantova
Rendere ancora più efficiente il riciclo della plastica affiancando ai processi meccanici anche quelle chimici: è ...
Bosco di Vanzago
Regione Lombardia continua negli investimenti, questa volta collaborando con il Bosco di Vanzago, volti a contrastare la perdita di
bicocca ambiente
Uno stanziamento di oltre 350.000 euro promosso dall'assessorato all'Ambiente affinché anche l'università Bicocca di Milano possa realizzare il progetto che ha come obiettivo la ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima