Alluvione Valcamonica, 3 azioni di pronto intervento in aiuto a popolazione

alluvione valcamonica niardo braone
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Il presidente della Regione Lombardia segue costantemente la situazione relativa all’alluvione in Valcamonica, a Niardo e Braone, ed è aggiornato in tempo reale dall’assessore al Territorio e Protezione civile.

La Regione, in particolare, ha attivato 3 azioni di pronto intervento da parte dell’Utr di Brescia stimate in 700-800.000 euro a seguito dei forti temporali della notte tra il 27 e il 28 luglio che hanno provocato l’esondazione di due torrenti in provincia di Brescia.

La Sala operativa regionale, in merito agli eventi accaduti nei Comuni di Niardo e Braone, ha registrato cumulate massime di pioggia pari a 187 millimetri. Una quantità cadute in due ore, nel raggio di pochi chilometri quadrati, nella sola area bresciana.

Alluvione Valcamonica, la situazione a Niardo e Braone

A scopo precauzionale 30 persone presso l’area di Niardo rimangono evacuate. Proseguono, invece, le operazioni per la rimozione dei detriti dal manto stradale, coordinate da sindaco, Utr, Provincia di Brescia e Vigili del fuoco.

Sono invece rientrate nelle proprie abitazioni le persone evacuate nella notte a Braone in quanto non sussiste più il pericolo di fuga di gas. Al momento non è stata ritenuta necessaria l’attivazione della Colonna Mobile Regionale. Permane invece l’interruzione della linea ferroviaria.

La situazione continua a essere costantemente monitorata, in quanto si segnala la probabile ripresa di fenomeni temporaleschi a decorrere dal pomeriggio di giovedì 28 luglio. È infatti in corso un’allerta gialla per temporali e, dalle 18, anche per rischio idrogeologico.

Un elicottero a disposizione

Regione Lombardia ha inoltre messo a disposizione di tecnici e amministratori un elicottero per un sorvolo delle zone a monte delle aree colpite e sta supportando il Comune nelle attività di competenza, anche per l’attuazione di interventi di difesa del suolo a tutela della pubblica incolumità.

Presidente e assessore ringraziano volontari Protezione civile e operatori

Per il supporto logistico degli evacuati e per la rimozione di fango e detriti sono attive le associazioni e i gruppi comunali di Protezione civile della Valcamonica e Provincia di Brescia, con i Vigili del Fuoco. Il presidente e l’assessore regionale al Territorio e Urbanistica ringraziano tutti coloro che stanno lavorando per il ripristino della situazione.

ver

Ottimizzato per il web da:
Emanuele Vertemati

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

Italia regioni competenze
“Il Festival che inauguriamo in Lombardia, e che proseguirà il suo viaggio in tutti i territori che noi presidenti abbiamo l’onore di amministrare, contribuirà a rilanciare il
Italia delle Regioni intervento Salvini
"Vorrei che nei prossimi anni il ministero delle Infrastrutture diventasse la casa dei sindaci e dei governatori. Quello che vivevo negativamente dall'altra parte della barricata era il mancato coi ...
autonomia meloni
Il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, intervenendo in videocollegamento durante l'evento '
Calderoli Autonomia
Il ministro Roberto Calderoli  interviene sull'Autonomia e sul rapporto con gli enti locali: "Facendo un primo bilancio, dopo 45 giorni di insediamento del Governo, posso dire di aver incontrato t ...
Italia delle Regioni Fontana con Fedriga
"L'ambiguità normativa può diventare un'emergenza democratica, una istituzione deve sapere con chiarezza come agire per rispettare la legalità. È inaccettabile che un sindaco non abbia la cer ...
Fontana obiezioni Autonomia
”Vorrei capire quali sono le obiezioni all’Autonomia. Sento affermazioni generiche che però non entrano nel ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima