bonus medici infermieri

223 milioni euro, fino a 1.730 per medici e 1.250 per infermieri

I medici ospedalieri riceveranno un bonus fino a 1.730 euro. Il bonus degli infermieri e degli operatori sanitari del comparto arriverà fino a 1.250 euro come riconoscimento concreto e tangibile dell’impegno di questi mesi nella lotta al Covid-19“.

Lo comunicano il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, e l’assessore al Welfare, Giulio Gallera, a seguito dell’accordo raggiunto con i rappresentanti sindacali del personale del Comparto e, nella tarda serata di ieri, con quelli della Dirigenza Medica.

Premi parametrati in base al livello di servizio nei reparti Covid

bonus medici infermieri coviud

“D’intesa con i rappresentanti dei lavoratori – proseguono Fontana e Gallera – i premi vengono parametrati e distribuiti in proporzione al livello di servizio degli operatori nei reparti Covid degli ospedali lombardi. Un’attenzione particolare va all’impegno nelle terapie intensive, nelle unità di degenza subintensiva e nei reparti di malattie infettive o di assistenza respiratoria”.

Competenza, passione, professionalità e umanità

“La competenza, la passione, la professionalità e l’umanità dimostrate da tutti i protagonisti del nostro sistema sanitario – sottolineano presidente e assessore – sono valori indelebili. Grazie a questi valori ci sono state cure per decine di migliaia di pazienti. Anche nei momenti più difficili e complicati  dell’emergenza”. “Momenti – ricordano – durante i quali sembrava non esserci una luce in fondo al tunnel, i posti letto nei reparti e, soprattutto, nelle terapie intensive, rischiavano di non essere sufficienti. Ma in poche ore venivano moltiplicati grazie alle genialità dei nostri professionisti”.

123 milioni come premio per il personale coinvolto nell’emergenza

bonus medici infermieri emergenza

Fontana e Gallera ricordano inoltre che “Regione Lombardia ha messo a disposizione 223 milioni di euro per garantire adeguati incentivi al personale medico, infermieri e operatori”. Di questi, 123 milioni (41 stanziati dal Governo e 82 dalla Regione) sono finalizzati alla premialità una tantum per il personale coinvolto nell’emergenza Covid. E 100 milioni sono Risorse Aggiuntive Regionali (R.A.R.) in base agli accordi sottoscritti.

Rappresentanti sindacali

“Un ringraziamento particolare – concludono – a tutti i rappresentanti sindacali che hanno portato un contributo importante alla sottoscrizione delle intese. Insieme ai dirigenti delle Direzione Generale Welfare di Regione Lombardia che hanno seguito le trattative con attenzione e competenza”.

dvd

Clicca su una stella per valutare l'articolo!

Punteggio medio 0 / 5. Voti: 0