cyberbullismo studenti

Ventuno istituti scolastici, 9 province interessate e tantissimi studenti coinvolti. Obiettivo combattere bullismo e cyberbullismo. Questi i numeri dell’iniziativa di Regione Lombardia e Ufficio scolastico regionale.

Alla presenza dell’assessore regionale alla Sicurezza, Riccardo De Corato, all’auditorium ‘Giorgio Gaber’ di Palazzo Pirelli a Milano, sono stati premiati i lavori realizzati dagli studenti lombardi, dai 14 anni in su (cortometraggi e infografiche) nell’ambito della quarta edizione dell’Hackathon ‘rispetto in rete’, la cui realizzazione è stata curata dall’Istituto ‘Daniele Crespi’ di Busto Arsizio (Va) in collaborazione con Provincia e Comune di Varese e Usr di Varese.

De Corato: in Regione legge per prevenire fenomeni

“Regione Lombardia – ha detto l’assessore De Corato – aprendo la strada a successivi interventi normativi, ha voluto creare, con un’apposita legge un sistema di azioni, in particolare nell’ambiente scolastico, volto a prevenire e contrastare il fenomeno del bullismo e del cyberbullismo. L‘Hackathon ha colto tale opportunità, concretizzando la volontà legislativa di formare cittadini attivi e consapevoli, in grado di comprendere la pericolosità di tali forme di violenza e contrastarne la diffusione”.

Cyberbullismo studenti anticorpo contro bulli

“Siete voi, ragazzi – ha aggiunto l’assessore rivolgendosi agli studenti in sala – il primo anticorpo contro i bulli. Il web, purtroppo, è diventato l’amplificatore degli episodi più abbietti di cyberbullismo. Spetta quindi alla scuola e alle famiglie mettervi in condizioni, già dalla più tenera età, di capire i pericoli della rete che, se gestita male, è una vera e propria arma perché di vergogna, come purtroppo abbiamo visto in diverse occasioni, si può morire”.

21 istituti di 9 province per ‘hackathon 2021’

L’assessore De Corato ha concluso “confermando l’impegno di Regione nel finanziare e promuovere nuovamente iniziative di questo tipo”.

Scuole partecipanti all’hackathon contro cyberbullismo, tanti studenti

Sono 21 le scuole coinvolte:

Lodi

‘Volta’ di Lodi

Sondrio

‘Alberti’ di Bormio

Brescia

‘Einaudi’ di Chiari

Cremona

‘Racchetti – da Vinci’ di Crema

Lecco

‘Marco Polo’ di Colico

Milano

‘Maxwell’ di Milano, ‘Montini’ di Milano, ‘Benini’ di Melegnano , ‘Cremona” di Milano, Omnicomprensivo di Arconate e Buscate, ‘Carlo dell’Acqua di Legnano.

Bergamo

‘Giulio Natta’ di Bergamo,
‘Lotto’ di Trescore balneario

Monza Brianza

‘Morante’ di Limbiate, ‘Meroni’ di Lissone,

Varese

‘Andrea Ponti’ di Gallarate,
‘Falcone’ di Gallarate
‘Curie’ di Tradate,
‘Tosi’ di Busto Arsizio,
‘Cairoli’ di Varese
Oltre al ‘Crespi’ di Busto Arsizio (istituto organizzatore).

I premiati sezione video e infografiche

Nella sezione video questi i premiati:

Al primo posto l’Istituto Omnicomprensivo di Arconate e Buscate (MI), al secondo posto a pari merito l’Istituto ‘Racchetti Da Vinci” di Crema (Cr) e l’Istituto ‘Montini’ di Milano e al terzo posto l’Istituto ‘Meroni’ di Lissone (Mb).

L’area infografica era composta da studenti di vari istituti scolastici. Uno degli scopi dell’Hackathon era appunto aggregare i ragazzi di diverse scuole.
Al primo posto il team con il progetto ‘Social Hub’, al secondo il team con il progetto ‘imperfettamente’ e al terzo il team con il progetto ‘what’s reality?’.

mac

 

Clicca su una stella per valutare l'articolo!

Punteggio medio 5 / 5. Voti: 2

1