folle amore

Il Progetto ‘Folle Amore. Arte Musica e Teatro’, la mostra degli autori delle Botteghe d’Arte del Museo dell’ospedale Paolo Pini di Milano si sposta da Palazzo Lombardia alla Villa Reale di Monza dove sarà aperta giovedì 11 e venerdì 12 novembre.

Le 75 opere, realizzate da 36 autori, sono state visitate dal presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, dagli assessori Stefano Bolognini (Sviluppo Città metropolitana, Giovani e Comunicazione) e Stefano Bruno Galli (Autonomia e Cultura) e dal direttore generale dell’Ospedale Niguarda Marco Bosio.

folle amore tuttiL’esposizione si propone di far conoscere il mondo e l’ambiente del Museo d’Arte Paolo Pini (MAPP) e delle Botteghe d’Arte, dove la personalità e la diversità di ciascuno vengono coltivate attraverso l’atto creativo nei laboratori con la collaborazione di arte terapisti esperti e artisti professionisti che lavorano a stretto contatto con i frequentatori delle Botteghe d’Arte.

Il MAPP è un museo d’arte contemporanea che ha trasformato il Paolo Pini in un luogo di cura, arte e cultura. Costituisce la sezione artistica del Museo Regionale della Psichiatria dell’Ospedale Niguarda, riconosciuto nel 2007 da Regione Lombardia come Raccolta Museale.

Riabilitazione psicosociale nella mostra Folle Amore

Il MAPP e le Botteghe d’Arte sono progetti ideati e realizzati dal 1993 da Teresa Melorio e Enza Baccei grazie alla collaborazione tra ARCA Onlus Associazione per il Recupero della Creatività Artistica e la Riabilitazione Psicosociale e il Dipartimento di Salute Mentale e delle Dipendenze dell’Ospedale Niguarda nell’ambito del processo di trasformazione dell’ex Ospedale Psichiatrico Paolo Pini.

Il ruolo del dipartimento di salute mentale del Niguarda

Le Botteghe d’Arte e il Centro Diurno afferiscono al DSMD (Dipartimento di Salute Mentale e delle Dipendenze) dell’Ospedale dell’ASST Niguarda e comprendono laboratori di arti visive, danza, musica con attività di canto individuale e corale, teatro, scrittura creativa, promozione del MAPP e visite guidate.

Presidente Fontana: sinergie tra associazioni e istituzioni

“Sono particolarmente lieto di visitare questa mostra – ha detto il presidente Fontana – che è la testimonianza di un nuovo modo di interpretare la cura: la bellezza estetica è un valore curativo in sè. Ringrazio gli artisti e l’associazione che ha curato questo progetto, in sinergia con Regione Lombardia e Ospedale Niguarda. Un esempio quindi di collaborazione concreta tra istituzioni e associazioni”.

Assessore Galli: mostra Folle Amore è di grande valore

“Conosco molto bene il Museo d’Arte Paolo Pini – ha detto l’assessore Galli. Si tratta di una realtà importante non solo dal punto di vista terapeutico, ma anche culturale. Tant’è vero che il museo è tra quelli riconosciuti da Regione Lombardia. La mostra ‘Folle Amore’ sorprende e affascina pertanto per il grande valore artistico delle opere esposte. A dimostrazione di quanto la formula adottata dal MAAP – affiancare gli artisti terapisti ad artisti professionisti – sia incisiva e vincente.  Perché consente la più autentica e matura espressione pittorica. E le tele esposte ne sono pertanto la prova”.

Assessore Bolognini: continuiamo a supportare queste attività

“Regione Lombardia – ha sottolineato l‘assessore Bolognini – continua ad essere vicina e supportare queste attività. L’incontro con nuove forme artistiche, la partecipazione a tutte le fasi organizzative della realizzazione del prodotto artistico e quindi il confronto con il pubblico sono gli elementi fondanti di questa esperienza di successo. Dall’intrinseco valore sociale e culturale oltre che terapeutico”. (LNews)

mac

 

Clicca su una stella per valutare l'articolo!

Punteggio medio 0 / 5. Voti: 0