Lodi. Beduschi visita aziende: qui grandi potenzialità, l’Europa ci invidia

lodi aziende
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Incontri a Caselle Lurani, Borgo san Giovanni e Ossago Lodigiano

Giornata istituzionale in aziende agricole in provincia di Lodi per l’assessore regionale all’Agricoltura, Sovranità alimentare e Foreste Alessandro Beduschi. Accompagnato dalla presidente della Commissione Sanità in Consiglio regionale, Patrizia Baffi, ha visitato diverse attività a Caselle Lurani, Borgo San Giovanni e Ossago Lodigiano.

Beduschi: in provincia di Lodi aziende a chilometro zero

“Ho toccato con mano, – dice Beduschi – attraverso la conoscenza diretta di tanti appassionati imprenditori, l’amore per la terra e per il settore primario. A Caselle Lurani, nel giro di pochi metri, ci sono allevatori di suini, modernissime stalle di bovini e una riseria. Già oggi le famiglie che le gestiscono collaborano tra loro, ospitano nei rispettivi punti vendita i prodotti degli altri. È il vero chilometro zero, ma soprattutto un mondo dalle potenzialità turistiche enormi. Come tanti territori lombardi considerati fuori mano, per attirare flussi di visitatori ha bisogno di essere fatto conoscere e raccontato proprio attraverso storie e sapori”.

Visitando diverse realtà specializzate nell’allevamento di suini, l’assessore ha fatto il punto sulla situazione legata alla Psa. “Lodi, – spiega – per l’estrema vicinanza a Pavia, rappresenta una frontiera che dobbiamo difendere, perché in questa parte di pianura gli allevamenti iniziano a essere consistenti. Ho avuto modo di constatare gli investimenti e considerare i sacrifici compiuti da questi allevatori che hanno approntato tutte le misure di biosicurezza per impedire contatti diretti con le stalle. Uno sforzo che dobbiamo premiare e che si concretizzerà attraverso un nuovo bando di prossima uscita, dedicato all’acquisto di reti anti-cinghiale e altri dispositivi di sicurezza proprio nei territori estranei al contagio, in un’ottica di prevenzione”.

“Lodi – conclude l’assessore – è anche una delle capitali del lattiero caseario lombardo. Ho visitato aziende moderne, pulite, che hanno investito bene i fondi dei bandi regionali per portare energie rinnovabili, puntare su sale mungitura robotizzate e nelle quali il benessere animale è ben al di sopra degli standard. Di certo chi accusa, soprattutto in Europa, l’agricoltura di essere la principale causa dell’inquinamento, non sa come lavorano le nostre aziende. Anzi, forse le invidiano”.

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

riduzione emissioni settore primario
L'assessore della Regione Lombardia all'Agricoltura, Sovranità alimentare e Foreste,
task force lombardia fauna selvatica
Regione Lombardia attiverà una task force per coordinare tutte le attività dedicate al ...
pesca garda coregone
In merito alla pesca del coregone lavarello sul Garda, l'assessore all'Agricoltura, Sovranità alimentare e Foreste,
agricoltura lombardia ultimatum europa
L'assessore della Regione Lombardia all'Agricoltura, Sovranità alimentare e Foreste,
distretti cibo lombardia
L'assessore della Regione Lombardia all'Agricoltura, Sovranità alimentare e Foreste,
peste suina africana fondi prevenire contagio lombardia
Dal 31 gennaio 2024 operativo il secondo bando di Regione Lombardia dedicato agli interve ...

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima