Lodi,da Regione e Fondazione Cariplo 8 milioni per 7 ‘Progetti Emblematici’

Lodi Progetti Emblematici
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Per la realizzazione destinati complessivamente otto milioni di euro

Sono sette i ‘Progetti Emblematici 2022’ selezionati da Fondazione Cariplo e Regione Lombardia per la provincia di Lodi. A queste iniziative di altissimo valore sociale sono destinati complessivamente 8 milioni di euro. Di questi 5 milioni sono messi a disposizione da Fondazione Cariplo e gli altri 3 da Regione Lombardia.  Il territorio lodigiano potrà così avvalersi di sette nuovi progetti che puntano ad affrontare alcuni problemi del territorio. Intendono inoltre sperimentare politiche innovative in campo sociale, culturale, ambientale, scientifico ed economico.

Ogni anno Fondazione Cariplo destina a tre territori provinciali la somma 5.000.000 euro per il sostegno di iniziative che hanno le caratteristiche di ‘Interventi Emblematici’. Regione Lombardia, a sua volta, attiva risorse con lo stesso fine. Fondamentale il supporto della Fondazione comunitaria, antenna dei bisogni del territorio, e della Provincia di Lodi. Entrambe hanno offerto il loro contributo per la selezione dei progetti.

Lodi, i 7 Progetti Emblematici

1.    Associazionee Calam, Centro artistico lodigiano acconciatori misti ed estetica di Lodi: progetto ‘TI Lab‘ (Talent Innovation Lab) Competenze e formazione per il futuro. È dedicato alla valorizzazione della Formazione Professionale nel lodigiano. Contributo 1.910.283 euro.

2.    Amicizia società cooperativa sociale di Codogno per il progetto ‘Il giardino delle rose‘. Intende ricostruire alcuni immobili per realizzare un’unica soluzione residenziale stabile a favore di 12 persone con disabilità gravi frequentanti i servizi della Cooperativa. Contributo 908.269 euro.

3.    Provincia di Lodi per il progetto ‘Cers nel lodigiano‘. Obiettivo: dare vita a 3 Comunità energetiche rinnovabili solidali, che porranno particolare attenzione alle ricadute sociali dell’iniziativa. Contributo 948.269 euro.

Lodi Progetti Emblematici4.    Parco Adda Sud per il progetto ‘Cicladda ‐ Mobilità dolce e valorizzazione turistica dell’Adda Lodigiano‘. Localizzato nel territorio del medio corso dell’Adda lodigiano vuole favorire l’attrattività con la realizzazione di un itinerario che collega i luoghi di interesse grazie alle ciclovie. Contributo 908.269 euro.

5.    Comune di Codogno per il progetto ‘Codogno open factory‘. Il focus è su uno dei monumenti più significativi della città di Codogno, ossia l’edificio storico denominato ‘Ex ospedale Soave’. È previsto un intervento di restauro e riqualificazione funzionale per il suo futuro riutilizzo. Contributo 908.369 euro.

6.    Comune di Casalpusterlengo per il progetto ‘Tra castelli, torri e corte lombarde‘. L’intento è quello di realizzare interventi di rifunzionalizzazione e valorizzazione di alcuni edifici storico-monumental prevedendo tra l’altro interventi di rigenerazione urbana e riqualificazione degli immobili. Contributo 908.269 euro.

7.    Comune di Lodi per il progetto ‘Greenway‘. Nasce con l’obiettivo di promuovere nuove forme di fruizione e promozione delle aree verdi e la valorizzazione della viabilità ciclopedonale cittadina.  È inserito in un più ampio itinerario di pregio ambientale, storico e culturale che attraversa gran parte del territorio cittadino. Contributo oltre 1.508.267 milioni di euro.

Attenzione a persone e luoghi

“In questi 7 progetti emblematici di Lodi – ha speigato Giovanni Azzone, presidente Fondazione Cariplo – c’è attenzione alle persone e anche ai luoghi. C’è riguardo nei confronti del lavoro dei nostri giovani e  c’è considerazione verso i luoghi da rigenerare, per dar loro nuova vita. C’è attenzione anche verso i fragili, e l’ambiente. Si tratta quindi di iniziative che realizzano in concreto il concetto di sostenibilità. Tutto ciò significa avere cura verso chi verrà dopo di noi, non utilizzando le risorse che oggi sono a nostra disposizione e lasciare i problemi a chi ci sarà nel futuro, ma offrendo alle prossime generazioni le stesse opportunità che abbiamo avuto noi. Perciò, tra le altre cose, con questi progetti si recuperano luoghi, si promuove la mobilità dolce e meno inquinante, e si punta sulla cultura come fattore unificante per la comunità e tra generazioni”.

“Consentitemi di ringraziare la Regione Lombardia – ha sottolineato – che co-finanzia i progetti e  chi mi ha preceduto nella governance della Fondazione. Noi oggi raccogliamo il frutto del loro importante lavoro. Un grazie particolare infine a chi ha promosso e realizzerà questi interventi: senza di loro i progetti resterebbero solo sulla carta”.

Modello di partnership pubblico-privato

“Gli interventi – ha spiegato Attilio Fontana, presidente di Regione Lombardia – riguardano trasversalmente l’intero territorio lodigiano, in un’ottica multidisciplinare. Tutto ciò consente di affermare l’attenzione di Regione Lombardia ai luoghi e alle persone che li abitano. Potenziamento delle politiche attive del lavoro, contrasto al disagio giovanile, tutela dell’ambiente, energia pulita, rilancio della cultura e del turismo sono inoltre le direttrici da cui muove l’azione congiunta con Fondazione Cariplo. Questo ci  permette di pianificare politiche che guardano al futuro e che siano realmente sostenibili. Con questo modello di partnership pubblico-privato ribadiamo quindi l’importanza di mettere la persona al centro”.

Risposte concrete al territorio

“Fondazione Cariplo insieme a Regione Lombardia – ha precisato Pierluigi Carabelli della Commissione centrale di beneficenza di Lodi – conferma una grande sensibilità al territorio di Lodi.  Sostiene infatti  i 7 Progetti Emblematici che assumono così una rilevanza trasversale. Si va infatti dalla cultura al sociale passando per la sostenibilità dell’ambiente. L’attività filantropica della nostra Fondazione ha sempre cercato di rispondere in modo puntuale e concreto ai bisogni dei territori, ascoltando le emergenze e le nuove problematiche”.

Obiettivi e impegni

I progetti selezionati – ha ribadito Mauro Parazzi, presidente Fondazione Comunitaria di Lodi – bene evidenziano nel loro insieme un’idea chiara di futuro del territorio. Sottolineano inoltre  l’impegno della nostra comunità nel percorrere la strada di uno sviluppo attento ai fragili, all’ambiente, alla cultura, all’arte.  Di fondamentale interesse strategico sono anche il mondo delle imprese  e  della formazione professionale”.

Progettualità strategica

“I Progetti Emblematici rappresentano per il territorio – ha puntualizzato Fabrizio Santantonio, presidente Provincia di Lodi – un’importante opportunità. L’obiettivo è infatti quello di sviluppare una progettualità strategica su diversi interventi. Questi devono però essere capaci di incidere in profondità nei cambiamenti che la realtà locale è chiamata ad affrontare”.

“Sotto questo profilo – ha aggiunto –  enti locali e realtà sociali hanno finora saputo cogliere il significato e le potenzialità di questo strumento. Sono infatti state  presentate proposte caratterizzate dalla conoscenza dei bisogni delle nostre comunità e da una chiara lettura degli ambiti sui quali concentrare energie e risorse. Tutto ciò grazie anche al supporto di un lavoro di istruttoria coordinato dalla Fondazione Cariplo. Questa collaborazione ha anche permesso di orientare efficacemente gli obiettivi da individuare e le modalità con cui perseguirli”.

“Il frutto di tutto ciò  – ha concluso – è un quadro di programmazione che contiene spunti di grande interesse e pone il Lodigiano di fronte a sfide stimolanti. Anche le proposte che non hanno potuto trovare accoglimento perché eccedenti le disponibilità del Fondo rappresentano in ogni caso un contributo da valorizzare. Sono infatti in grado di apportare un valore alla crescita del territorio, attraverso la ricerca di ulteriori strumenti di possibile sostegno”.

Ottimizzato per il web da:
Monica Ramaroli

Iscriviti ai nostri canali di messaggistica

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

milano cortina 2026 chiaravalle
Pensare all'abbazia di Chiaravalle, poco fuori Milano, come riferimento spirituale del Villaggio Olimpico di Milano-Cortina 2026. Un'idea sulla qu ...
mostra treno reale
Raccontare, attraverso una serie di fotografie e documenti d’epoca, la storia del Treno Reale. il tutto in un percorso che parte dalla sua creazione, avvenuta alla fine dell’800, fino alla succ ...
attrice Rosalina Neri
“Ho conosciuto personalmente Rosalina Neri, artista capace di interpretare ruoli differenti nel cinema e nel teatro, sempre con uno stile particolare e assoluta professionalità. ...

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima