Rolfi: mezzi agricoli non sono treni, modificare circolari vecchio Governo

mezzi agricoli
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Assessore scrive a ministri: momento duro, risolvere problema

“Evitare salasso economico ad aziende e contoterzisti”

Rivedere le circolari ministeriali del 2020 che prevedono una equiparazione tra mezzi agricoli e industriali, per evitare alle aziende agricole di pagare un indennizzo da circa 2.600 euro all’anno. È quello che ha chiesto l’assessore regionale lombardo all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi, Fabio Rolfi, in una lettera indirizzata ai ministri Stefano Patuanelli (Politiche Agricole, Alimentari e Forestali) ed Enrico Giovannini (Infrastrutture e delle mobilità sostenibili).

Mezzi agricoli come i treni industriali

“Due circolari del 2020 – scrive Rolfi – hanno stabilito che i convogli agricoli debbano sottostare alla stessa disciplina che regolamenta la circolazione dei convogli e dei treni industriali. Per la circolazione dei trattori con rimorchio è dunque necessario chiedere all’Ente proprietario della strada l’autorizzazione alla circolazione come veicolo eccezionale con correlato obbligo di pagamento dell’indennizzo, calcolato in base alle tabelle relative ai convogli e treni industriali. È un salasso per le aziende agricole, che si trovano costrette a pagare un conto da circa 2.600 euro all’anno”.

Malcontento tra agricoltori e contoterzisti

“Queste disposizioni – aggiunge l’assessore – stanno creando molto malcontento tra gli agricoltori e i contoterzisti. Il transito su strada dei mezzi agricoli è molto meno frequente rispetto alla circolazione di altre tipologie di veicoli eccezionali. E l’esborso economico risulta molto oneroso. Soprattutto in un periodo economicamente difficile come questo”.

Serve intervento urgente del Governo

“Chiedo pertanto – conclude Rolfi – un intervento urgente in favore delle imprese agricole e dei contoterzisti. Anche alla luce del rinnovato impegno di questo governo verso le aziende. Sarebbe infatti un segnale positivo nei confronti di un settore che non si è mai fermato. E che rappresenta una eccellenza della Lombardia e dell’Italia nel mondo”.

gus

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

coronavirus casi Lombardia
In linea con quanto stabilito e reso noto dal ministero della Salute comunichiamo i dati relativi alla situazione Covid in Lombardia alla data del 1° dicembre 2022. Ricoverati in terapia in ...
aids giornata mondiale lombardia
“Giornate come questa sono fondamentali per mantenere alta l’attenzione su un’emergenza di salute globale sulla quale l’informazione, la prevenzione e lo < ...
fitosanitari
"Dal sistema Italia arriva una richiesta unanime di revisione della proposta di regolamento Ue sull'uso dei fitofarmaci. Europarlamentari, associazioni di categoria e categorie di imprese, tutti ...
giovani agricoltura
"Il futuro dell'agricoltura lombarda è legato all'innovazione e al ricambio generazionale. Oggi finanziamo la nascita di altre 85 aziende agricole gestite da giovani under 40  che hanno deciso di ...
In linea con quanto stabilito e reso noto dal ministero della Salute comunichiamo i dati relativi alla situazione Covid in Lombardia alla data del 24 novembre 2022. - Ricoverati in terapia i ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima