Ospedali Gallarate Busto Arsizio: nuove rianimazione e acceleratore lineare

cancro intervallo mammario
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Il governatore: sanità territoriale passa anche da questi interventi

Doppio taglio del nastro, per il presidente di Regione Lombardia negli ospedali di Gallarate e Busto Arsizio, in provincia di Varese, alla presenza del direttore generale dell’Asst Valle Olona, e delle autorità civili e religiose del due Comuni.

Nel primo è stata inaugurata la nuova Rianimazione, nel secondo il nuovo acceleratore Lineare.

Ospedali Gallarate e Busto Arsizio

Gli interventi sono finanziati da Regione Lombardia con un investimento complessivo di 7.600.000 euro. Di questi 4.800.000 per il presidio di Gallarate sono comprensivi della futura ristrutturazione del Pronto Soccorso. Tutto ciò comporterà un raddoppio della attuale superficie e la separazione dei percorsi. Per  il nosocomio di Busto Arsizio a disposizione ci sono 2.800.000 euro.

“Queste due inaugurazioni – ha detto il presidente di Regione Lombardia – testimoniano la capacità di reazione del nostro Sistema sanitario regionale dopo la pandemia da Covid-19”.

 

Sanità territoriale

“Potenziare la sanità territoriale – ha proseguito – significa anche far crescere e migliorare i nostri ospedali. Questo vuol dire anche incrementare la loro attività e  rendere efficace il percorso di continuità assistenziale e la presa in carico globale dei pazienti. Regione Lombardia dimostra così di saper condurre queste esigenze verso soluzioni di grande attenzione ed equilibrio”.

Il presidente della Regione ha spiegato poi che il cantiere della rianimazione di Gallarate è concluso. Ai cittadini sarà così consegnata un’importante opera di rinnovamento impiantistico, tecnologico e strutturale in un’area che, proprio a seguito della pandemia, merita attenzione.

La terapia intensiva è stata raddoppiata e con il trasferimento dei letti partirà la seconda fase del progetto per strutturare più efficacemente l’attuale Pronto Soccorso. L’acceleratore lineare in Radioterapia dell’ospedale di Busto Arsizio consentirà invece un miglioramento delle cure, con effetti collaterali meno significativi e soprattutto aumento della sopravvivenza dei pazienti.

Ospedali Gallarate Busto ArsizioSanità del futuro

“Un nuovo quadro normativo – ha detto ancora – ci consente, con le risorse del Pnrr a cui Regione Lombardia, prima in Italia, ha dato pieno corso, di guardare al futuro con maggiore fiducia. Nuove strutture e nuove funzioni coinvolgono anche l’Asst Valle Olona, a Busto Arsizio e Gallarate con la previsione di Case di comunità e Centrali operative territoriali”.

Il presidente ha quindi concluso sottolineando che la Regione ha ipotizzato un percorso quanto più completo possibile per affrontare le sfide della sanità del futuro. Potenziamento della sanità di territorio, investimenti in macchinari e attrezzature nei poli ospedalieri per l’avanguardia delle cure, iniziative di edilizia sanitaria.

Rianimazione Gallarate

La nuova Rianimazione di Gallarate ha 8 posti letto ed è in grado fornire cure complesse a circa 250 pazienti.

L’intervento, avviato nel luglio 2020, ha riguardato la ristrutturazione di una porzione del 4° piano del Padiglione Polichirurgico. La superficie del nuovo reparto è di circa 800 mq, pari a circa il doppio dell’area occupata in precedenza. Oltre al completo rinnovamento della parte edilizia e impiantistica, nel progetto è stata inserita la realizzazione di un nuovo impianto elevatore e la ristrutturazione di uno esistente, in diretto collegamento col Pronto Soccorso.

L’aspetto ambientale più significativo è dato dall’introduzione della luce naturale, mentre l’aspetto strutturale più importante verte sul potenziamento delle dotazioni elettromedicali al letto del paziente (sistemi per emodialisi, sistemi per ventilazioni diversificate, supporti video per procedure diagnostiche).

E’ stata, inoltre, realizzata una sala attrezzata in modo specifico per eseguire procedure complesse e di breve durata in pazienti non necessariamente destinati alla rianimazione, ma che richiedono gestioni specialistiche e strumentali proprie della rianimazione stessa.

 Acceleratore lineare Radioterapia Busto Arsizio

Il nuovo acceleratore lineare della Radioterapia dell’ospedale di Busto Arsizio, utilizzato nella cura dei tumori maligni, è in grado di effettuare trattamenti radianti di estrema precisione. L’apparecchiatura è infatti dotata di sistemi di controllo in tempo reale dei movimenti degli organi interni del paziente e della superficie corporea.

Il tutto è gestito da un sistema di controllo informatico di ogni fase del percorso di cura. Dal dato clinico a quello tecnico-dosimetrico, ai fini cioè di una sempre maggiore garanzia di qualità e di sicurezza delle terapie. Tali caratteristiche permettono di effettuare trattamenti sempre più focalizzati sul bersaglio tumorale da trattare. Molteplici infine le ricadute positive per il malato: effetti collaterali ridotti, migliore controllo della malattia neoplastica e sopravvivenza degli oltre 600 pazienti trattati.

Ottimizzato per il web da:
Monica Ramaroli

Iscriviti ai nostri canali di messaggistica

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

rosa camuna marotta
Beppe Marotta per la carriera da dirigente e per la 'doppia stella' dell'Inter; l' ...
FRANCO ANELLI
Il presidente della Regione Lombardia e l'assessore all'Università, Ricerca e Innovazione, esprimono a nome dell'intera Giunta "profondo cordoglio per la morte di Franco Anelli, rettore dell'Unive ...
lombardia indianapolis automotive
Dopo Chicago, la missione istituzionale negli Stati Uniti guidata dal presidente della
Atalanta Rosa Camuna
"Il Premio Rosa Camuna, la più alta onorificenza regionale, sarà consegnata in occasione della 

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima