Sisma Mantova Quingentole

Il costo degli interventi è di 1,8 milioni

Sottoscritto Accordo locale semplificato

Sottoscritto da Regione Lombardia, Comune di Quingentole (Mn) e dal Commissario delegato, Alessandra Cappellari, l”Accordo locale semplificato’ per l’acquisizione ed il recupero dell’ex oratorio nel Comune di Quingentole, lesionato dal sisma che ha colpito Mantova nel maggio 2012.

Attraverso uno strumento di programmazione negoziata ‘snello’, quale l’ ‘Accordo locale semplificato’, è possibile coordinare le attività, le competenze e le risorse dei Comuni, del Commissario delegato e della Regione per la valorizzazione pubblica e rivitalizzazione dei centri storici e urbani.

Sisma a Mantova e Quingentole

Regione Lombardia  in caso di calamità naturali interviene tra l’altro nell’acquisizione dei beni privati. In questa situazione può infatti derogare ai limiti per i contributi regionali a fondo perduto della spesa ammissibile.

Il Commissario delegato che normalmente non può finanziare questa tipologia di spesa, è autorizzato a sostenere i costi dell’intervento.

I singoli Comuni, inoltre,  sostengono le spese di allestimento, rivitalizzazione e gestione degli spazi.

“Grazie ad uno strumento di programmazione negoziata, come l’Accordo Locale Semplificato, sarà consentita l’acquisizione ed il recupero dell’ex oratorio in Piazza Italia”. Lo ha spiegato l’assessore con delega alla Programmazione negoziata, Massimo Sertori.

“Questo edificio – ha sottolineato –  potrà così ospitare funzioni pubbliche e in particolare diventare ad esempio sede di associazioni culturali, volontariato e sportive”.

I lavori

“Gli interventi previsti di tipo manutentivo e conservativo – ha continuato Sertori – renderanno gli spazi più funzionali. Consentiranno inoltre di recuperare e rivitalizzare una delle più grandi e artisticamente importanti piazze dell’Oltrepò Mantovano, di circa 5.500 metri quadrati. È tra l’altro circondata da portici e sorge in corrispondenza della curtis quattrocentesca voluta dai vescovi di Mantova come residenza di villeggiatura”.

Costi dell’intervento

Il costo complessivo dell’intervento di acquisizione e recupero funzionale dell’edificio è stimato in 1.820.513 euro. In particolare 308.313 euro è il costo stimato per l’acquisizione, interamente sostenuto da Regione Lombardia.  I costi di realizzazione sono invece di 1.500.000 euro.  La spesa sarà interamente sostenuta con il Fondo per la ricostruzione. Infine 12.200 euro sono i costi di arredo e di allestimento.  Le risorse saranno messe a disposizione dal Comune di Quingentole.

Tempi

II cronoprogramma prevede l’acquisizione immobile entro il mese di ottobre 2021. L’avvio lavori del cantiere è previsto nel gennaio 2022. L’ultimazione dei lavori e l’allestimento saranno conclusi entro il 2023.

red

Clicca su una stella per valutare l'articolo!

Punteggio medio 4.5 / 5. Voti: 2