strada regina como

Strada statale ‘Regina’, sottoscritto accordo in Prefettura a Como

De Corato e Turba:  Lombardia vicina alle esigenze del territorio

Sottoscritto questa mattina in Prefettura a Como l’accordo finalizzato alla realizzazione del secondo lotto del sistema di videosorveglianza nelle località di Ossuccio e Lenno, entrambe ricadenti nel Comune di Tremezzina (CO), lungo la strada statale 340 ‘Regina’. A firmare l’atto per la Regione Lombardia l’assessore alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato. Presenti inoltre il sottosegretario ai Rapporti con il Consiglio regionale, Fabrizio Turba ed il presidente del Consiglio regionale della Lombardia Alessandro Fermi. L’accordo è stato sottoscritto anche dalla Prefettura di Como, dalla struttura territoriale Anas della Lombardia, dalla Provincia di Como e dal Comune di Tremezzina.

Strada statale ‘Regina’: cosa prevede l‘accordo

Il secondo lotto dell’intervento ha durata biennale (2019 – 2020). Sarà realizzato un sistema di videosorveglianza e monitoraggio del traffico a senso alternato lungo la strada Statale Regina, in località Ossuccio, strettoia di Spurano, e in località Lenno, Via Statale, intersezione Via Battaglia, di Tremezzina. Prevista inoltre la realizzazione di impianti semaforici. Il progetto presentato dal Comune di Tremezzina ha avuto l’ok della Direzione Sicurezza della Regione Lombardia, che lo ha finanziato con 150.000 euro.

De Corato: da Regione 350.000 euro per due lotti

“Regione Lombardia – ha sottolineato l’assessore De Corato – è stata ed è sensibile ai problemi del territorio. Spesso il congestionamento del traffico lungo la strada statale 340 ‘Regina’ ha comportano gravi pericoli per la pubblica incolumità. In passato abbiamo già finanziato il primo lotto dei lavori nel 2018 con 200.000 euro, con il secondo lotto abbiamo stanziato 150.000 euro, di cui 100.000 per il 2020. Lunedì 11 novembre in Giunta l’accordo sarà definitivamente approvato”.

Turba: progetto conferma attenzione Regione per comasco

“Questo progetto – ha affermato il sottosegretario di Regione Lombardia, con delega ai Rapporti con il Consiglio regionale, Fabrizio Turba – conferma l’attenzione di Regione Lombardia per il territorio comasco. Siamo certi che il secondo lotto del sistema di semaforizzazione avrà un impatto positivo sui comuni interessati. E contribuirà a ridurre l’inevitabile traffico e agevolare così gli spostamenti dei tanti lavoratori che ogni giorno percorrono quel tratto di strada. Allo stesso tempo ci sarà un minore inquinamento e una minore difficoltà d’accesso per i soccorsi. Positività anche per il settore del turismo, costantemente in crescita negli ultimi anni, grazie all’impegno di istituzioni locali e imprenditori”.

“Un progetto – ha aggiunto il sottosegretario – che ho fortemente voluto venisse finanziato da Regione Lombardia – ha continuato il sottosegretario – e che, grazie alla collaborazione dei colleghi assessori Davide Caparini (Bilancio) e Riccardo De Corato (Sicurezza), su mia volontà siamo riusciti a inserirlo direttamente nell’assestamento di bilancio”.

“Questa iniziativa – ha concluso Turba – è la dimostrazione che quando le diverse istituzioni dialogano tra loro e hanno la medesima volontà di migliorare la vita dei nostri concittadini. I risultati si riescono ad ottenere e questo avviene con particolare soddisfazione”.

Clicca su una stella per valutare l'articolo!

Punteggio medio 0 / 5. Voti: 0