turismo accessibile

La Giunta di Regione Lombardia ha dato il via libera, lunedì 20 settembre, a un progetto innovativo, all’interno della Programmazione di Explora spa, per la promozione del turismo accessibile.

Sviluppo dell’offerta turistica

“Da anni Regione Lombardia è impegnata nello sviluppo di un’offerta turistica aperta a tutti. Che possa garantire la possibilità alle persone con disabilità di scoprire il nostro straordinario patrimonio naturale, culturale e artistico. La delibera approvata – ha dichiarato l’assessore regionale alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità – mira a potenziare una serie di attività di comunicazione volte a promuovere contenuti esperienziali, alla riscoperta di un turismo accessibile vicino ai bisogni delle persone con disabilità e in grado di offrire strumenti innovativi”.

Implementazione del portale

“Questo – spiega l’assessore – avverrà con l’implementazione del portale www.in-Lombardia.it. Allo scopo di offrire una precisa offerta di informazioni, servizi e offerte turistiche a favore delle persone con disabilità. Che avranno quindi occasione di visitare i luoghi lombardi che saranno oggetto degli eventi dell’Olimpiade invernale 2026 e delle Paralimpiadi immediatamente successive, promuovendo anche una sempre maggiore attenzione da parte delle istituzioni locali e degli operatori turistici per questo specifico settore”.

La conferma dell’impegno

“Una misura – ha detto l’assessore a Turismo, Marketing territoriale e Moda regionale – che dimostra ancora una volta l’impegno di Regione Lombardia nei confronti di una tematica particolarmente importante come la disabilità. Da sempre il mio obiettivo è far sì che l’accessibilità sia un valore condiviso. Non esistono infatti i disabili ma solo ‘persone’. Con i loro sentimenti, bisogni e necessità. In tal senso, promuovere il turismo accessibile è una battaglia di civiltà che vede la Lombardia in prima fila. Proporre un’offerta di qualità, con una vasta gamma di servizi accessibili a chiunque deve essere la normalità”. “La ripartenza del settore – ha concluso – passa anche dalla promozione di buone prassi. Con una forte attenzione delle istituzioni locali e degli operatori a un turismo accessibile a 360 gradi”.

gus

Clicca su una stella per valutare l'articolo!

Punteggio medio 0 / 5. Voti: 0