turismo olio vino

Assessore: l’agricoltura è sempre più volàno turistico

La Regione Lombardia ha approvato, su proposta dell’assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi, Fabio Rolfi, una delibera riguardante la promozione del turismo legato alle produzioni di vino e olio di qualità.

Iniziativa per movimento in forte crescita

“Un’iniziativa congiunta Regione-Unioncamere Lombardia – ha dichiarato Rolfi – per dare respiro a un movimento in forte crescita. I turisti che scelgono una destinazione anche in base ai prodotti agroalimentari del territorio sono in costante aumento. La Lombardia offre vini straordinari e oli di altissima qualità nelle zone dei laghi. Vogliamo fornire alle aziende la possibilità di dotarsi di strumenti adeguati per intercettare un numero sempre più ampio di persone. E promuovere così i territori attraverso i propri prodotti”.

Per micro, piccole e medie imprese

“Per questo mettiamo a disposizione delle micro, piccole e medie imprese 160.000 euro – ha concluso Rolfi – per attrezzature, servizi, formazione, comunicazione, creazione di pacchetti turistici”.

Una sinergia vurtuosa

Il bando ‘Il turismo agricolo del vino e dell’olio di qualità’ è realizzato da Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia nell’ambito dell’Accordo per la competitività al fine di promuovere e valorizzare il territorio regionale e i suoi prodotti di qualità. L’obiettivo è quello di supportare le imprese agricole e gli agriturismi produttori di vino DOP e IGP e le cantine di olio d’oliva DOP. Nonchè tutti gli agriturismi lombardi che intendono promuovere vini (DOP e IGP) e oli di qualità lombardi (DOP). I produttori di olio che, diversamente dai produttori di vino al momento non hanno ancora uno strumento loro dedicato, possono valorizzare le loro produzioni attraverso la degustazione e le attività ricreativo-culturali.

Il bando attuativo

Per l’assegnazione delle risorse si prevede l’approvazione con determinazione e pubblicazione di un bando attuativo da parte di Unioncamere Lombardia in qualità di responsabile del procedimento. Per tutti i beneficiari il contributo a fondo perduto sarà erogato nella misura massima del 50% del costo totale delle spese ammesse.

gus

Clicca su una stella per valutare l'articolo!

Punteggio medio 0 / 5. Voti: 0