Coronavirus, mascherine in distribuzione gratuitamente a cittadini e disponibili in esercizi pubblici

coronavirus mascherine distribuzione gratuitamente
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Oltre 3 milioni di pezzi già presenti nei territori provinciali
Chi non le ha copra vie respiratorie con foulard o sciarpa

“L’ordinanza sul coronavirus emessa sabato 4 aprile obbliga a coprirsi bocca e naso per contribuire a impedire il contagio. Domenica 5 la Protezione civile regionale ha iniziato la distribuzione, gratuitamente, di mascherine per il coronavirus a tutti i soggetti fornitori di servizi essenziali, una prima parte delle mascherine che serviranno per poter rispettare al meglio l’ordinanza regionale”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, durante la quotidiana diretta sulla pagina Facebook di LombardiaNotizieOnline, con l’assessore al Bilancio, Davide Caparini, e alla Protezione civile, Pietro Foroni.

Protezione civile subito al lavoro

coronavirus mascherine distribuzione gratuitamente

“La Protezione civile si è subito attivata – ha spiegato Foroni – e per questo devo ringraziare l’assessore Caparini che ha contribuito all’operazione di approvvigionamento. La Regione Lombardia vuole offrire aiuto a chi è in difficolta nel reperire mascherine”. “Abbiamo, quindi, provveduto – ha continuato – a una iniziale fornitura dei dispositivi, ma il piano proseguirà con l’arrivo di altro materiale, anche grazie al contributo di alcune imprese lombarde che le produrranno”.

Il piano operativo

1

“Il piano – ha precisato Foroni – prevede la distribuzione di 3,3 milioni di mascherine. E 300.000 di queste, grazie a un accordo con Federfarma che, da lunedì 6 aprile, comincerà a rifornire le farmacie, saranno gratuitamente disponibili a partire da metà settimana per chi ne avesse bisogno o per una sostituzione di un prodotto non adeguato. Sarà poi la stessa farmacia a  individuare le persone in condizioni fragili perchè vengano loro consegnate”.

Distribuzione avviata nei capoluoghi mercoledì 1 aprile

2

“Di questi 3 milioni, circa 440.000 – ha continuato Foroni – sono già state distribuite tra mercoledì 1 aprile e giovedì 2. Già oggi 2,5 milioni di pezzi sono nei capoluoghi di provincia e nei territori e, da lunedì 6, inizierà la distribuzione, coinvolgendo sindaci e territori, nei vari negozi, supermarket, tabaccherie, poste e in banca”.

Ruolo del sindaco

3

“Se c’è un piccolo comune, dove il sindaco ha il controllo della situazione – ha aggiunto – e conosce i bisogni dei nuclei famigliari, si farà una differente ricognizione del territorio”.

La partnership operativa

4

L’operazione è realizzata con il Volontariato organizzato di Protezione civile e i Comitati di Coordinamento del Volontariato (CCV), in coordinamento con le Prefetture, le Province e Anci Lombardia.

Comuni in prima linea

5

I comuni, con le risorse a disposizione, controlleranno la corretta applicazione della distribuzione dei dispositivi.

Assegnazioni per Provincia

6

Le mascherine saranno distribuite per provincia secondo questi quantitativi: Bergamo 360.000, Brescia 370.000, Como 178.000, Cremona 126.000, Lecco 109.000, Lodi 95.000, Mantova 131.000, Milano 900.000, Monza e Brianza 250.000, Pavia 165.000, Sondrio 66.000, Varese 245.000, Colonna Mobile regionale 5.000.

Caparini: mascherine consigliate da virologi ed epidemiologi mondiali

7

L’assessore regionale al Bilancio, Davide Caparini, durante la diretta, ha, quindi, ricordato le raccomandazioni di virologi ed epidemiologi di fama mondiale sull’uso delle mascherine. E ha chiarito che è, comunque, importante coprire le vie respiratorie con un foulard o una sciarpa.

coronavirus mascherine distribuzione gratuitamente

Le norme igieniche confermate

8

“Nell’ordinanza – ha ricordato Caparini – abbiamo anche scritto che bisogna rispettare le distanze, lavarsi le mani, evitare di toccare con le mani gli occhi”.

Mascherine gratuite

9

“Le mascherine che Regione Lombardia è riuscita a reperire – ha sottolineato l’assessore regionale al Bilancio – sono gratuite per i cittadini”.

Obiettivo prioritario

“L’obiettivo prioritario – ha concluso Caparini – è quello di aiutare chi non può comprarle e le persone fragili che hanno difficoltà a trovarle”.

ver/mac

Iscriviti ai nostri canali di messaggistica

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

bellinzago lombardo
Sopralluogo del presidente della Regione Lombardia e degli assessori alla Protezione civile e al Territorio a Bellinzago lombardo e Gessate, due dei comuni più colpiti dal ...
autismo impegno inclusione
Autismo, impegno e inclusione, prende il via IN&AUT. "Oggi ospitiamo qualcosa di eccezionale, un momento di grande impegno e determinazione per realizzare, sempre di più e sempre meglio, l'inc ...
lombardia giovani smart
Apre il 16 maggio 2024  'La Lombardia è dei Giovani 2024' e 'Giovani Smart', i due bandi messi in campo da Regione Lomb ...
impianti di risalita
Sono 3,18 i milioni messi a disposizione dalla Giunta della Regione Lombardia per gli impianti di risalita e le
Lombardia forti precipitazioni
"Dalla serata del 14 maggio, il settore occidentale della Lombardia è interessato da precipitazioni moderate, localmente forti, anche a carattere di rovescio e temporale. Attualmente il
Lombardi nel mondo legge
Lombardi nel mondo, una legge per supportare chi è già all'estero e coloro che intendono fare ritorno in Lombardia. Riconoscendo il valore delle loro esperienze e promuovendo la circolazione dei ...

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima