A Mantova due gemelli salvati dall’innovativo defibrillatore sottocutaneo

defibrillatore sottocutaneo
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

L’intervento all’ospedale Carlo Poma

Un’autentica operazione salvavita quella realizzata lo scorso mese di luglio dai professionisti della chirurgia toracica e della cardiologia dell’ospedale Carlo Poma di Mantova su due gemelli di 35 anni, affetti da distrofia muscolare.

Defibrillatore sottocutaneo: intervento poco invasivo

A loro è stato dunque impiantato un defibrillatore attraverso un intervento innovativo e poco invasivo. Un intervento per il quale la famiglia aveva deciso di rivolgersi all’ospedale Carlo Poma. Il nosocomio mantovano è infatti un punto di riferimento a livello regionale e nazionale per le casistiche più complesse.
Il defibrillatore sottocutaneo previene quindi la morte improvvisa per arresto cardiaco. Un rischio previsto per la patologia di cui sono portatori i due gemelli.

Il reparto di Chirurgia toracica diretto dal dottor Andrea Droghetti ha sviluppato trattamenti mini-invasivi ultra specializzati per lo scompenso cardiaco e la prevenzione dei casi di morte improvvisa. Lo ha fatto intervenendo attraverso una nuova tecnica di impianto, che contempla l’installazione di un defibrillatore sottocutaneo. Una modalità operativa divenuta celebre negli ambienti medici.

La modalità dell’operazione

L’intervento non prevede più l’anestesia generale. Si tratta appunto di un’operazione realizzata in regime di day-hospital o ambulatoriale. Previsto quindi un periodo di fisioterapia e riposo, con il ritorno a casa e la ripresa di una conduzione normale della propria vita. Prevedendo inoltre anche la possibilità di praticare sport.

Iscriviti ai nostri canali di messaggistica

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

trauma team niguarda
Lei è Stefania Cimbanassi, 51 anni, medico chirurgo e dal 2023 direttrice della Chirurgia generale Trauma Team dell'Ospedale Niguarda di Milano. La notte dello scorso 8 maggio, in una manciata di ...
cuore e prevenzione
Il 54%*degli italiani ritiene di non essere a rischio: al contrario, le malattie cardiovascolari rappresentano la prima causa di morte sia in Italia (30,8%**) sia in Europa***. Anc ...
boom nascite mangiagalli
Boom di nascite alla Clinica Mangiagalli del Policlinico di Milano. Martedì 11 giugno '24 è stato un giorno da reco ...
morbo crohn
Buone notizie dal trial Clinico ATTIC che, grazie ad un lavoro fra 6 ospedali italiani di cui 2 lombardi (l'
pavia endoscopia digestiva
La Struttura Complessa (SC) di Endoscopia Digestiva di ASST Pavia, diretta dalla dott.ssa Costanza Alvisi, ha ottenuto il prestigioso riconoscimento di Centro di Eccellenza Nazionale per l’Endosc ...
volo salva vita
Non è in pericolo di vita il bimbo di due anni trasportato il 2 aprile '24 con un volo sanitario, su un Falcon 900 dell'Aeronautica militare italiana, da Catania - dove era ricoverato nel reparto ...

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima