operazione aurora

Assessore: ora auspico per loro pene esemplari

Con l’operazione ‘Aurora’, sgominata una banda attiva in tutto il Nord Italia. Dalle effrazioni alla ricettazione e al riciclaggio. Si occupavano di tutta la filiera dei furti in abitazione i dieci albanesi fermati, nell’operazione ‘Aurora’, dai carabinieri di Paderno Dugnano e di Sesto San Giovanni. Sono accusati di attività di furto e riciclaggio in tutto il Nord Italia, con anche l’accusa di detenzione e porto illegale di armi da fuoco.

Brillante operazione di sicurezza

“Una brillante operazione – commenta l’assessore regionale a Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato – sul fronte della sicurezza”.

Stop a un giro di affari di almeno 600.000 euro

“Mi congratulo – prosegue l’assessore – con i militari dell’Arma che hanno stroncato un giro di affari da almeno 600.000 euro, sgominando l’ennesima banda criminale dell’est specializzata in saccheggio degli appartamenti”.

Forze dell’ordine sempre in prima linea contro la criminalità

“Come sempre – aggiunge l’assessore – le nostre Forze dell’ordine sono in prima linea nella lotta alla criminalità, con importanti risultati”. “Ora tocca alla magistratura – sottolinea De Corato – comminare a questi soggetti pene esemplari e, dopo avergliele fatte scontare, dare loro ordini di espulsione. Con accompagnamento alla frontiera. Affinché non costituiscano più un pericolo per
la comunità”.

Collaborazione con Forze dell’ordine di tutti i Paesi

“Mi domando: perché persone così pericolose come quella protagonista dell’operazione ‘Aurora’ – conclude De Corato – erano libere di circolare e di delinquere? Per il futuro, auspico che le autorità, in collaborazione con le Forze dell’ordine albanesi, dispongano maggiori controlli preventivi. Con l’obiettivo di stroncare sul nascere simili organizzazioni criminali”.

ama