sisma mantovano

Firmate dal Presidente regionale due ordinanze per San Benedetto Po e Moglia per interventi post terremoto Mantova

Terremoto di Mantova, a breve nuovi interventi. Il presidente di Regione Lombardia, in qualità di Commissario delegato per l’emergenza sisma e ricostruzione in Lombardia, ha firmato 2 nuove Ordinanze. Queste sono pubblicate sul Burl serie Ordinaria di martedì 29 settembre. Le due ordinanze promuovono l’adesione ad altrettanti Accordi di Programma nei Comuni di San Benedetto Po e Moglia. Sono finalizzate al recupero degli immobili colpiti dagli eventi sismici del 20-29 maggio 2012, approvati da una delibera di Giunta.

Acquisizione e recupero dell’edificio di ingresso a Piazza Falengo

Con Ordinanza 605 del 24 settembre, il Commissario delegato ha ufficializzato l’adesione all’Accordo di Programma per l’acquisizione e rivitalizzazione dell’edificio di ingresso a Piazza Folengo nel centro storico di San Benedetto Po (MN). L’acquisto dell’edificio per un importo massimo di 109.408 euro (su valore stimato dall’Agenzia delle Entrate) sarà a carico di Regione Lombardia. Il recupero dell’immobile, per una spesa stimata di 700.000 euro, da destinarsi esclusivamente agli interventi di recupero post-sisma, sarà sostenuta dalla Struttura Commissariale. Lo farà, così, con le risorse afferenti al Fondo per la ricostruzione delle aree colpite dagli eventi sismici. Il soggetto promotore dell’Accordo di Programma è il Comune di San Benedetto Po.

Rivitalizzazione immobili in via Verdi, Ardigò e Garibaldi

Con l’Ordinanza 608 del 25 settembre, il Commissario delegato aderisce infine alla proposta di Accordo di Programma per l’acquisizione di immobili e realizzazione di interventi di rivitalizzazione del centro storico di Moglia (MN). L’acquisto degli immobili per un importo massimo di 460.584 euro (su valore stimato dall’Agenzia delle Entrate) sarà a carico di Regione Lombardia. È prevista la realizzazione degli interventi di rivitalizzazione degli immobili di via Verdi, via Ardigò, via Garibaldi e il recupero di un’area vuota in via Garibaldi. Il tutto per una spesa stimata di  5,6 milioni di euro, da destinarsi esclusivamente agli interventi di recupero post-sisma. Questa sarà, così, sostenuta dalla Struttura Commissariale con le risorse afferenti al Fondo per la ricostruzione delle aree colpite dagli eventi sismici.

L’assessore agli enti locali: Regione continua a supportare ricostruzione post terremoto Mantova

“Regione Lombardia – ha affermato l’assessore agli Enti locali, Montagna e Programmazione Negoziata – continua a supportare gli Enti Locali nella gestione degli interventi di ricostruzione e di riqualificazione degli ambiti dei centri storici che hanno subito danni causati da eventi calamitosi. Si conferma, così, l’investimento costante per il sostegno ai piccoli Comuni, anche nell’ambito della gestione commissariale delle risorse stanziate in stato di emergenza. Attraverso lo strumento della programmazione negoziata e, grazie alla sinergia tra Regione ed Enti locali, siamo riusciti – ha, infine, aggiunto – a cofinanziare interventi prioritari e di alta valenza pubblica. Lo abbiamo fatto per agevolare il reinsediamento delle funzioni pubbliche nel tessuto cittadino. E questo porterà ricadute positive su tutto il territorio lombardo”.

str