ponte san benedetto po

Si è svolto a Palazzo Lombardia il vertice convocato dalla Regione Lombardia in merito allo stallo dei lavori del ponte di San Benedetto Po (Mantova). Presenti, tra gli altri, l’assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi, il presidente della Provincia
di Mantova, Beniamino Morselli, e i sindaci della zona.

Obiettivo uscire dall’impasse

“Regione è in campo – ha spiegato l’assessore Terzi – per aiutare il territorio a superare il preoccupante impasse che sta caratterizzando il cantiere del ponte. Abbiamo convocato l’incontro odierno su richiesta degli enti locali mantovani. Come Regione abbiamo finanziato l’opera con 30 milioni di euro, perché strategica. Ma la competenza è della Provincia di Mantova. Le risorse dunque ci sono: quello che manca è l’accordo tra le parti, ovvero tra la Provincia e l’azienda che ha vinto l’appalto”.

Settimana prossima un Tavolo tra le parti

“Non intendiamo puntare il dito contro qualcuno – ha concluso Terzi – né prenderci delle competenze che non sono nostre. Vogliamo, piuttosto, dare il nostro contributo per risolvere una  situazione che sta determinando gravi conseguenze per l’economia della zona. Per settimana prossima, su richiesta del Tavolo odierno e, in particolare, dei sindaci, convocheremo dunque un incontro tra Provincia e azienda. Sarà un modo per valutare insieme se ci sono le condizioni per superare le criticità e fare riprendere i lavori senza ulteriori strascichi, che allungherebbero ancora di più i tempi per realizzare l’opera”.

ama