bando neve h48

Un comprensorio con 900 km di piste

Circa 900 chilometri di piste, 310 impianti, 27 stazioni sciistiche. E ancora, 2.700 maestri di sci in Lombardia che operano in oltre 67 scuole di sci divise nelle province di Sondrio, Brescia, Bergamo, Lecco, Como e Varese. Sono i numeri che caratterizzano la  stagione sciistica 2019 delle ‘Montagne di Lombardia’.

Notizie e cifre che sono state illustrate a Palazzo Lombardia dall’assessore regionale allo Sport e Giovani, Martina Cambiaghi che, alla presenza del governatore Attilio Fontana e del sottosegretario ai Grandi Eventi Sportivi Antonio Rossi, ha alzato ufficialmente il sipario sulla stagione sciistica 2019-20 nei comprensori regionali che ospiteranno i Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali 2026 e tutte le altre stazioni sciistiche lombarde.

La stagione sciistica 2019 promette bene. Già arrivata la prima neve

“Un calendario importante e completo – ha commentato il presidente Fontana – in grado di soddisfare ogni tipo di esigenza. E poi, l’apertura ufficiale della stagione sciistica invernale, inizia con i migliori auspici. Infatti, è già arrivata anche la prima neve su tutte le montagne lombarde e i 2.700 maestri di sci della nostra regione sono pronti ad accogliere anche chi non ha mai praticato questo bellissimo sport. Tutto ciò senza dimenticare che si tratta del primo inverno dopo la conquista delle Olimpiadi di Milano Cortina 2026″.

Assessore Cambiaghi:  arrivare a Olimpiadi 2026 lavorando insieme

“Ho ritenuto giusto riunire tutti i principali attori del mondo delle neve e della montagna – ha spiegato Martina Cambiaghi, assessore a Sport e Giovani di Regione Lombardia – perché voglio condividere la grande responsabilità e l’onore di arrivare al 2026 lavorando insieme. Io voglio lanciare una sfida da vincere insieme: far diventare le montagne lombarde le prime montagne italiane, le migliori al mondo”.

A completare lo scenario presentato oggi all’Auditorium Testori di Palazzo Lombardia, oltre ai maestri di sci anche gli altri ‘professionisti della montagna’: 280 tra Guide Alpine, aspiranti Guide Alpine e Accompagnatori di media montagna in rappresentanza di 8 Scuole di alpinismo in Lombardia.

“Con uno stanziamento, solo per il 2019, di 9,4 milioni di euro con il bando ‘Neve Programmata h48’ finalizzato al potenziamento della capacità di innevamento artificiale, e il bando ‘Innevamento 2019’, per le spese di gestione degli impianti – ha concluso l’assessore Cambiaghi – dimostriamo concretamente quanta attenzione vi sia verso questo settore. Va sottolineato, poi, che entro la fine di novembre sarà attiva anche la nuova app ‘Sporty’ che illustrerà dettagliatamente tutto il panorama della montagna in Lombardia”.

Antonio Rossi: la nostra forza è poter offrire tante proposte differenti

“Una delle caratteristiche vincenti delle nostre montagne – ha detto il sottosegretario Antonio Rossi – è quella di offrire proposte differenti l’una dall’altra. Per questo i nostri appassionati ma più in generale anche le famiglie possono avvicinarsi a questo mondo sicure di trovare la soluzione più idonea. La scelta riguarda ovviamente le località in cui si svolgeranno le Olimpiadi 2026  ma anche moltissimi altre realtà che garantiscono impianti di assoluto livello e che sono al centro della nostra opera di valorizzazione”.

Con la nuova App ‘Sporty’ tutte le info sulle montagne

Assessore Cambiaghi: eventi, piste, percorsi e tante altre notizie

Le montagne lombarde sono anche a portata di smartphone. La nuova applicazione (per Android ed IOs), presentata  in anteprima (sarà disponibile entro la fine di novembre), nel corso dell’appuntamento ‘Le Montagne Lombarde’ si chiama ‘Sporty.’ E’ un’assistente virtuale per la programmazione delle attività sportive tra le montagne di Regione Lombardia: al suo interno sono raccolte tutte le discipline estive e invernali, sia indoor che outdoor oltre alle attività, eventi ed itinerari dei comprensori dell’intera regione~|~

I contenuti della app

Sporty serve per scoprire le offerte di infrastrutture per il turismo sportivo in Regione Lombardia, scegliendo tra la visualizzazione estiva o invernale, conoscere tutte le piste da sci e le loro caratteristiche nei diversi comprensori per programmare weekend, settimane bianche e vacanze. E’ possibile visualizzarle anche su una mappa tridimensionale e verificare anche tutte le ulteriori possibilità di svago e relax del territorio: agriturismi, rifugi, ostelli, scuole di sci e di alpinismo e tanto altro ancora.

Montagna a 360 gradi sia d’estate che d’inverno

“Sporty, da fine novembre – ha spiegato l’assessore regionale allo Sport e Giovani Martina Cambiaghi – sarà in grado di aggiornare gli utenti sugli eventi del territorio e di avvisare in caso di previsione di condizioni meteorologiche avverse per essere sempre preparati sull’attrezzatura da portare con sè e nel caso dell’emissione di un bollettino valanghe. La app mostra inoltre tutta la rete sentieristica della Lombardia, con indicazioni sulla tipologia di percorsi e la difficoltà, con le principali informazioni per affrontare in sicurezza i percorsi outdoor lombardi”.